Domande Frequenti

I tecnici manutentori certificati, sollevano il committente da responsabilità per culpa in eligendo e culpa in vigilando?

In generale, già vent’anni fa a livello nazionale, l’Antitrust aveva evidenziato la necessità di liberalizzare il mercato professionale; la stessa Unione Europea auspicava un sempre più libero mercato che facilitasse la circolazione dei professionisti all’interno del territorio comunitario.

Leggi tutto...

Se modifico un impianto esistente devo cambiare tutte le cassette non marcate?

Si, solo però nel caso in cui le modifiche interessano oltre il 50% della dimensione originaria dell'impianto.

Tale modifica in tal caso viene definita "sostanziale" (chiamata "di maggior rilevanza" dalla norma UNI 10779/2007) e tutto l'impianto deve essere adeguato alle normative vigenti.

Leggi tutto...

Quali sono i criteri che mi permettono di definire la tipologia degli estintori da installare nei luoghi di lavoro?

Anche in questo quesito occorre fare riferimento all'Allegato V del DM 10/03/1998 che al punto 5.2 fornisce indicazioni sulla scelta e quantità di "estintori portatili e carrellati":

Leggi tutto...

La dichiarazione di conformità dell'impianto a gas e il D.M.16.01.2001 considera di effettuare il collaudo, tenendo presente la data punzonata sulla bombola o la data del certificato di corretta installazione?

La bombola ha una sua vita e le scadenze del collaudo sono quelle previste dal Decreto Ministeriale 16.01.2001 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Italiana n.25 del 31.01.2001, in funzione del contenuto.

Leggi tutto...

Come possono essere classificati gli incendi?

Per rispondere a tale quesito occorre fare riferimento all'Allegato V del DM 10/03/1998, dove al punto 5.1, riporta la "classificazione degli incendi", ai fini del presente decreto, gli incendi sono classificati come segue: 

Leggi tutto...

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.